Previsioni meteo: Nuova sede Osmer Arpa Fvg accanto a Prot. civile

E' stata inaugurata a Jalmicco di Palmanova alla presenza dell'assessore regionale all'ambiente, Sara Vito, e dell'assessore regionale alle autonomie locali con delega alla protezione civile, Paolo Panontin, la nuova sede dell'Osservatorio meteorologico regionale e Gestione dei Rischi Naturali, Osmer, dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente. Al taglio del nastro erano presenti anche il sindaco di Palmanova, Francesco Martines, il direttore generale di Arpa, Luca Marchesi, e il direttore della Protezione Civile, Luciano Sulli. La nuova sede - ha osservato Panontin - è collocata all'interno del comprensorio della Protezione Civile regionale: una scelta non casuale ma frutto di un disegno organico volto a riunire in un'unica struttura il maggior numero possibile di servizi di allertamento e protezione della popolazione.

 

Per l'assessore Vito è infatti evidente e agli occhi di tutti la necessità di un maggior controllo del nostro territorio; ciò si ottiene con una visione complessiva che riesca a leggere in modo integrato i mutamenti del territorio e i cambiamenti climatici in atto. "Per riuscire in questo compito - conclude Vito - devono essere messe a sistema tutte le competenze oggi ancora troppo frammentate e suddivise: in questa direzione va letto anche il trasferimento dell'Osmer". L'Osservatorio meteo di Arpa già da dicembre 2014 è infatti parte del Centro Funzionale Decentrato (CFD) di Protezione Civile, la struttura operativa prevista dalla normativa regionale e nazionale che rappresenta il "cuore" informativo alla base del sistema di allertamento in caso di avversità meteorologica, idrogeologica e idraulica. Ad Arpa compete l'elaborazione giornaliera dei Bollettini di vigilanza meteo per le diverse aree climatiche e, se del caso, l'emissione degli Avvisi meteorologici regionali.

La vicinanza anche fisica degli operatori meteo e di quelli di protezione civile favorirà uno sviluppo sinergico e complementare delle due strutture, anche attraverso la condivisione di metodi e strumenti di monitoraggio o di indagine previsionale.

E in questa direzione si vuole puntare anche per il futuro, con una sempre maggiore integrazione delle strutture che in regione si occupano dei vari aspetti del ciclo dell'acqua: meteorologia, idrologia, nivologia. Su quest'ultimo aspetto - è stato ricordato da Marchesi e Sulli - c'è già un accordo tra le direzioni per l'insediamento del Laboratorio Metrologico di ARPA nel comprensorio della Protezione Civile regionale. Verrà quindi attivato a breve un nuovo servizio di verifica e taratura della strumentazione scientifica, che darà ancora più consistenza ad una sinergica e virtuosa collaborazione fra due amministrazioni pubbliche. Lo spostamento della sede dell'Osmer a Palmanova-Jalmicco avviene a 36 anni (6 aprile 1982) dalla sottoscrizione dell'accordo tra l'Italia e l'ex Repubblica di Jugoslavia per l'attuazione di un progetto comune di difesa attiva contro la grandine. Da questa data hanno inizio le attività di meteorologia civile in Friuli Venezia Giulia. Tali attività sono state condotte originariamente dall'allora Ente regionale per lo sviluppo dell'agricoltura, ERSA. In seguito alla crescita della rete osservativa e del maggior peso assunto dalle attività previsionali in ambito civile, dal 1 luglio 2000 le attività sono state trasferite ad Arpa, dove è stato costituito l'attuale Osservatorio meteorologico, con prima sede a Villa Chiozza di Cervignano del Friuli, per trasferirsi successivamente a Visco, ed ora a Jalmicco.

http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza i cookie.

Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo