500mila euro per lavori su torrente Piumizza

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Ambiente, Sara Vito, ha deliberato oggi la prenotazione di un importo pari a 496.198,68 euro per la realizzazione dei lavori di consolidamento dei fenomeni franosi in località Busa dal Diau e nel bacino idrografico del torrente Piumizza in Comune di Gorizia.

L'intervento, in capo al Servizio geologico della direzione centrale ambiente della Regione, è stato ereditato dalla provincia di Gorizia la quale, prima di essere soppressa dall'attuazione della riforma delle autonomie locali, aveva avviato la fase di progettazione.

I lavori di Busa dal Diau e del bacino idrografico del torrente Piumizza sono inseriti all'interno dell'elenco piano nazionale 2015-20 nella specifica piattaforma dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) e quindi, una volta finanziati, vengono attuati dal commissario straordinario delegato per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico, ruolo ricoperto per legge dalla presidente della Regione, Debora Serracchiani.

Massimo impegno per vicenda discarica Pecol Lupi

"Lo sforzo profuso in questi ultimi anni con grande determinazione è sempre stato indirizzato a trovare una soluzione a una vicenda decisamente complessa. Abbiamo ascoltato il territorio, ci siamo confrontati in modo aperto e concreto con i sindaci interessati e con i rappresentanti della Società Isa Ambiente. E alla fine una soluzione, sostenibile e ragionevole, l'abbiamo formulata. Continuiamo a credere che si tratti di una proposta giusta ed equilibrata".

Lo ha sottolineato, in relazione alla questione della discarica di Pecol dei Lupi, l'assessore regionale all'Ambiente, Sara Vito, a seguito del rifiuto ad accettare l'offerta di transazione manifestato da Sir, la società proprietaria delle aree oggetto della vertenza.

130mila euro per messa sicurezza Monte Calvario

La Giunta regionale ha prenotato l'importo di circa 130mila euro per l'effettuazione di lavori di stabilizzazione di aree franose sul Monte Calvario-Rio Stoperca, nel territorio comunale di Gorizia. La delibera è stata approvata dall'Esecutivo su proposta dell'assessore all'Ambiente, Sara Vito. Nello specifico, viene sbloccato l'iter di un intervento di messa in sicurezza della viabilità forestale che già aveva denunciato fenomeni di piccoli distacchi di roccia dalle pareti e per il quale la Provincia di Gorizia, ora cessata, aveva ottenuto la delegazione amministrativa nel dicembre del 2015.

La somma sarà ora a disposizione della presidente della Regione in qualità di Commissario straordinario delegato per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico, visto che l'opera è inserita nel piano nazionale di settore 2015-20. La legge nazionale 116 del 2014 affida, infatti, gli interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico ai presidenti delle Regioni al fine di assicurare il sollecito espletamento delle procedure realizzative.

La fase progettuale e autorizzativa dell'intervento sul Monte Calvario-Rio Stoperca sarà conclusa entro il 2018

Momento storico per sistemazione torrente Corno

Si concretizza anche a Gorizia l'impegno della Regione per la messa in sicurezza degli alvei, con gli interventi di manutenzione e rinaturalizzazione del torrente Corno.

Interventi, che sono stati presentati in un'assemblea pubblica svoltasi a Gorizia, aperta dal sindaco, Rodolfo Ziberna, e dall'assessore comunale ai Lavori pubblici, Arianna Bellan, alla quale ha partecipato l'assessore regionale all'Ambiente, Sara Vito, assieme agli uffici che hanno collaborato all'evento.

Vito, con grande soddisfazione, ha esordito sostenendo che si tratta di un risultato importante per la città e per la comunità, perché risolve importanti problemi, ambientali e non solo, e rappresenta una bella occasione di sviluppo e valorizzazione.

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza i cookie.

Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

http://www.minambiente.it/

http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/