Sottoscrivo le richieste della FIAB: la mobilità ciclistica è un valore da sostenere

L’Assessore all’ambiente e all’energia e candidata alle prossime elezioni regionali, Sara Vito, ha sottoscritto i 7 punti proposti da FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta Onlus) rivolti ai candidati alle prossime elezioni regionali. Vito ha commentato: “Con grande piacere ho sottoscritto i 7 punti proposti da FIAB assolutamente in linea con il mio impegno programmatico per la prossima Legislatura che prevede in un punto specifico più piste ciclabili. In particolare lavorerò per implementare i km di piste ciclabili da realizzare in Provincia di Gorizia, per incrementare la qualità dei percorsi ciclabili, per potenziare il turismo sostenibile, per realizzare anche un percorso ciclopedonale lungo la green belt (linea ex cortina di ferro oggi patrimonio ambientale di biodiversità). Ho inserito nel mio programma anche una maggiore cura delle piste esistenti e di quelle future. Abbiamo il Carso, il Collio, l’Isonzo e il litorale costiero che sono tutte aree da Patrimonio Unesco e che possono essere assolutamente godute con la mobilità ciclistica.”

Le richieste di FIAB intendono dare alla Regione un più forte ruolo di coordinamento di tutte le azioni che vanno messe in campo per promuovere la mobilità ciclistica grazie all’istituzione dell’”Ufficio biciclette” all'interno della Direzione centrale ambiente e territorio. E’ poi necessario realizzare linee guida tecniche regionali sulle piste ciclabili e sugli strumenti di moderazione della velocità. FIAB chiede di finanziare azioni concrete e progetti che promuovano l'uso della bici sugli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola e sostenere le amministrazioni pubbliche e gli operatori economici privati affinché acquistino rastrelliere per le bici e realizzino spazi per la sosta delle biciclette negli edifici. Si deve proseguire inoltre con l'azione di completamento della ReCIR, la Rete delle Ciclovie di Interesse Regionale, con adeguati investimenti e rifinanziato il bonus per l’acquisto di bici a pedalata assistita. Infine la Federazione chiede di avviare sui servizi regionali del trasposto pubblico delle sperimentazioni installando strutture portabiciclette esterne sia sugli autobus urbani che extraurbani.
Vito ha sottolineato: “E’ necessario mettere in atto grande una rivoluzione ecologica della Regione da realizzare concretamente e senza indugio. Finalmente possiamo e dobbiamo costruire un nuovo modello di sviluppo per tutti noi, che tenga conto dei cambiamenti climatici perché il mondo sta cambiando. Condivido le richieste di FIAB che attueremo perché è urgente affrontare le questioni legate all’inquinamento atmosferico, all’uso dello spazio pubblico, alla salute e al benessere dei cittadini, alla sicurezza sulle nostre strade. Ha poi concluso: “E’ necessario un cambio di passo culturale e per fare questo abbiamo bisogno della partecipazione di tutti, Istituzioni, associazioni e cittadini per rendere la mobilità delle nostre città più sostenibile, in line con le migliori best practise dei paesi nordici.”

http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza i cookie.

Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo