Mobilità: Fvg modello per auto elettriche nelle PA

Sostituire circa 800 vetture alimentate a benzina o diesel con altri mezzi a trazione elettrica, utilizzando un servizio di car sharing. Ma anche ridurre le emissioni di anidride carbonica e aumentare la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Il tutto grazie a fondi comunitari pari a 900mila euro in grado di produrre investimenti per circa 15 milioni di euro.

Sono questi, in sintesi, gli elementi che caratterizzano il progetto NeMo (New Mobility in Friuli Venezia Giulia) presentato quest'oggi dalla Regione alle pubbliche amministrazioni del Pordenonese e dell'Udinese e che sarà illustrato domani anche a Gorizia e Trieste. Oltre alla Regione, che ha il ruolo di lead partner, il team del progetto è composto da Area Science Park (progettazione e coordinamento tecnico-scientifico), Università di Trieste (analisi dei bisogni di mobilità delle PA), Bit (aspetti tecnico-finanziari), Aniasa (esperto di mobilità e rappresentante degli operatori presenti nel mercato italiano) e Promoscience (comunicazione e disseminazione).

Proseguirà collaborazione Regione-Area Science Park

Prosegue la collaborazione tra la Regione e Area Science Park (Asp) nel settore della ricerca in materia di fonti energetiche rinnovabili, risparmio energetico e trasporto urbano sostenibile.

Su proposta dell'assessore all'Ambiente ed Energia Sara Vito, la Giunta regionale ha, infatti, approvato lo schema della seconda Convenzione attuativa tra l'Amministrazione e l'Asp e ha disposto, a copertura delle spese relative alla collaborazione scientifica fornita, di stanziare la somma di 38 mila euro.

"Scopo dell'accordo tra la Regione e Area Science Park - ricorda Vito - è l'acquisizione, attraverso un reciproco scambio di informazioni, degli elementi atti a creare le condizioni per riunire progetti locali in un'unica proposta progettuale sistematica e finanziabile, da sottoporre alla Banca europea degli investimenti (Bei), mobilitando in questo modo - aggiunge l'assessore - investimenti privati nel settore pubblico, con l'obiettivo non secondario di superare le difficoltà di indebitamento da parte degli enti locali".

Carburanti: incentivi regionali prorogati fino 31/3/18

Su proposta dell'assessore all'Energia, Sara Vito, la Giunta regionale ha stabilito di prorogare fino al 31 marzo del 2018 gli incentivi per l'acquisto di carburante per autotrazione, confermando il contributo per i primi tre mesi del prossimo anno.

In particolare, per la zona 1, destinata agli automobilisti che risiedono nei comuni svantaggiati o a contributo maggiorato, ovvero montani o parzialmente montani, il contributo totale per la benzina sarà di 21 centesimi, per il gasolio sarà di 14 centesimi.

Nella zona 2, che raggruppa i comuni a contributo base, l'incentivo totale sarà di 14 centesimi per la benzina e di 9 centesimi per il gasolio.

La Regione ha quindi tenuto conto del protrarsi degli effetti della crisi economica e sociale che grava da tempo anche sul Friuli Venezia Giulia e che ha determinato una notevole contrazione nel potere di acquisto delle famiglie.

Ottime ricadute da elettrodotto Somplago-Wurmlach

"Si è trattato di un incontro franco e costruttivo, per presentare innanzitutto ai sindaci, i diretti rappresentanti dei cittadini delle comunità interessate, il nuovo progetto dell'elettrodotto Somplago-Wurmlach, che sarà realizzato con un percorso interamente interrato. Ora seguiranno incontri tecnici con le quattro amministrazioni Comunali interessate, per consentire di avere chiarezza su tutti i dettagli e le implicazioni che la realizzazione dell'opera comporterà. Un'opera di grande rilevanza, perché potrà portare ricadute positive, sotto il profilo dell'approvvigionamento energetico, all'intero Friuli Venezia Giulia".

Con queste parole, l'assessore regionale all'Ambiente ed energia, Sara Vito, ha voluto commentare l'esito dell'incontro, svoltosi oggi a Udine nel palazzo dell'Amministrazione, tra la Regione, le società proponenti, Alpe Adria Energia (Aae) e Alpe Adria Energy Line, e i sindaci dei Comuni di Cavazzo Carnico, Tolmezzo, Arta Terme e Paluzza, sul territorio dei quali si svilupperà l'opera.

Sindaci, che hanno avuto parole di apprezzamento per il nuovo progetto.

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza i cookie.

Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

http://www.minambiente.it/

http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/